FALLEN

 

Ti ho vista attraverso le gocce che strisciando rigavano il vetro di un triste autobus vuoto.

Non so nemmeno se eri davvero tu...

E quello che mi colpisce sono i tuoi capelli ammazzettati e un po' sparati...

...disordine e pazzia davanti alla purezza dei tuoi occhi vestiti di ghiaccio,

quasi perfetti sotto alle linee leggere di un labile trucco.

E mi tornano in mente le panchine, sempre troppo vuote, degli anni passati.

Mi tornano in mente le crude risate, sguaiate, di amici e di birre...

e mi accorgo di essere solo, di volerlo restare almeno stasera.

Mi accorgo che non vi Ŕ nulla di facile e che c'Ŕ diversitÓ tra voler bene...

                                                                                            e amare...

 

 

@@@ INDIETRO @@@