SETTEMBRE; DOMENICA, 4:36

L'imprevedibilitÓ delle situazioni.

L'incapacitÓ di saper pensare sempre.

L'impossibilitÓ di tornare indietro...

Ecco perchŔ in una serata senza un colore particolare ci troviamo un attimo sospesi sullo scosceso bordo delle emozioni, prima di lasciarci cadere spingendosi con forza verso le profonditÓ della vita.

E poi possiamo dar colpa all'alcool della birra, o a ci˛ che altro vogliamo, ma la veritÓ Ŕ che certe cose devono accadere e non possono essere deviate dalla loro traiettoria.

E quello di questa sera che ho intenzione di ricordare, non Ŕ l'impulso adrenalinico che crea l'incoscienza e fa perdere il filo dei discorsi sospesi tra i silenzi... non Ŕ quel momento inevitabile...

Voglio, invece, ricordarti nella buonanotte dolcissima di un saluto.


 @@@ INDIETRO @@@